Libri/Media

Dal cinema al digitale

Nicola Dusi, nel suo recente volume “Dal cinema ai media digitali. Logiche del sensibile tra corpi, oggetti, passioni” (Mimesis) si interroga su come i numerosi cambiamenti intervenuti nel sistema mediatico contemporaneo abbiano portato a ripensare gli strumenti di analisi. Ciò ha voluto dire porsi soprattutto il problema del rapporto tra testo audiovisivo ed esperienza cognitiva, sensoriale e affettiva dello spettatore.
Non è un caso pertanto che Dusi abbia affrontato nel suo volume l’analisi di numerosi casi (che appartengono a diversi ambiti mediatici: cinema, trailer, serie televisive, videoarte, ecc.) e l’abbia fatto condividendo soprattutto l’idea della semiotica contemporanea che la mente è “mente incarnata”. Vale a dire che quando sperimenta l’atto di visione è strettamente legata al mondo fisico e ai sensi del corpo umano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...