Arte

Genio e creatività

Charles Darwin ha raccontato che la sua innovativa concezione dell’evoluzione biologica è stata il frutto di una geniale intuizione concretizzatasi una notte dell’ottobre del 1838 mentre stava leggendo un libro di Thomas Malthus. Analizzando i suoi taccuini, si è scoperto però che la sua teoria dell’evoluzione gli era ben chiara parecchio tempo prima di quel momento. Semplicemente non era ancora pienamente articolata. Si può ritenere dunque che anche una mente fortemente orientata all’oggettività come quella del grande scienziato Darwin sia stata vittima dell’ideologia del genio. Un’ideologia molto viva all’interno della cultura occidentale e frutto della concezione tipicamente romantica dell’artista come essere geniale e superiore. La creatività però, è dimostrato ormai da molto tempo, non si sviluppa grazie a intuizioni geniali e momentanee. È piuttosto il frutto di un lavoro di ricerca approfondito e costante. Anche perché i momenti di vera creatività sono molto rari. Solitamente, infatti, la creatività non consiste nello scoprire dei fenomeni completamente nuovi, ma nello scoprire nuovi rapporti tra entità già esistenti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...