Pubblicità

Yamamay, da che pulpito…

La recente campagna della marca Yamamay “Ferma il bastardo”, contro la violenza verso le donne, è sicuramente meritevole. In Italia, a differenza degli altri Paesi avanzati, lo Stato ha sempre svolto una scarsa attività di sensibilizzazione verso questo grave problema sociale. Ben venga dunque l’iniziativa di un’azienda privata che si offre di supplire all’insoddisfacente ruolo svolto dallo Stato.

Va considerato però il tipo di azienda che in questo caso sostituisce lo Stato e cioè un’azienda leader nel settore nel settore dell’abbigliamento intimo che sinora ha comunicato rispettando gli standard comunicativi di questo settore. Da ciò derivano per l’azienda in questione due problemi. Il primo è che l’immagine di marca risultante è fortemente incoerente. Il secondo è che ciò che viene comunicato non è minimamente credibile. Perché è proprio la trasmissione costante sui media da parte di questa marca (ma anche di molte altre) di un modello di donna-oggetto una delle cause di quegli atti di femminicidio che stanno destando tanto allarme nell’opinione pubblica. Se per molti anni si è trasmessa in pubblicità l’idea che la donna è solo un corpo da prendere e usare a piacimento e non una testa pensante, ecco che le persone non riescono ad accettare che questo corpo non sia più una proprietà a propria disposizione.

Qualcuno potrebbe obiettare che le aziende di abbigliamento intimo non possono che comunicare in questo modo. E cioè attraverso foto di modelle poco vestite e in pose seducenti. Ma per fortuna il caso della pubblicità di Dove, con tante immagini di donne normali, è lì a dimostrare che un altro modo di comunicare è possibile.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...